skip to Main Content

Veronica Pivetti: "Non credo di esercitare mai il mio istinto materno"



Madri pentite start 00:17:16end 00:20:27 Veronica tocca il tema delle madri pentite di avere avuto figli, perché non desiderati o frutto di condizionamenti sociali e culturali.trascrizione Io sono pronta a dire cose anche molto più scabrose se volete.
Sì, sì ho detto quello che penso e anzi, sono contenta perché appunto, come ho detto, sono argomenti che non credo di aver mai affrontato, anche perché sai, è difficile che le vie ufficiali ti chiedano queste cose e diano spazio a un argomento così, con questa libertà; più facile che sia inserito in un discorso che va tutto a favore della maternità e poi c'è quella che non ha avuto figli che viene invitata nella tal trasmissione a dire come mai non ha avuto figli e diventa subito una specie di coleottero che tutti guardano così, che infilzano, che mettono... perché poi è così. Invece qua mi sento molto forte anche perché siamo tante mi par di capire.
Tra l'altro io dirò una cosa che forse è sbagliata ma la dirò lo stesso perché io penso che sia giusta, e cioè che penso che ci siano un sacco di mamme che sono pentitissime di essere mamme. Io sono convintissima di questo, e ho grande... così rispetto e anche grande affetto sia per i figli non voluti che sono arrivati e ormai sono lì e per queste donne che magari per condizionamenti culturali, anzi togliamo magari, sicuramente per condizionamenti culturali, motivi economici, ci sono mille ragioni anche sciocche, spicciole o brutali, basse, sono state costrette... si sono trovate in questa condizione e io penso che una galera come essere madre non volendo essere madre sia difficile da tollerare. Credo che sia imparagonabile, cioè ci sia poco grave come quello, per una donna, cioè ritrovarsi madre senza volerlo credo che sia una condanna terribile, che è quello per cui uno invece quando è madre, lo vuole essere e ha gli strumenti per esserlo è la cosa, credo, forse la cosa più bella che ti può capitare, di questo sono assolutamente convinta. Ma quando ti capita e non lo vuoi e, per motivi che esulano dalla tua persona, lo diventi, sei costretta a diventarlo, io penso che sia una vera condanna. Mi fa soffrire pensare che ci siano donne costrette a questo anche solo perché stanno magari in paesi dove se non hai... perché poi i motivi per cui la maternità è così diffusa, spesso sono proprio sciocchi, sono veramente... sono proprio poca cosa, appunto il fatto di stare in un paese dove tutti e tutte sono così e quindi se tu non sei così sei diversa ma non hai la forza per andartene, non hai i mezzi per andartene, non hai la cultura per andartene, neanche per pensare diversamente e allora magari ti convinci che è proprio quello che vuoi; cioè questo tipo di obbligo e di coercizione del mondo nei confronti di una persona che invece può essere libera di decidere, secondo me, è insopportabile e mi fa mancare l'aria anche solo a pensarci, veramente, credo che sia un dolore enorme, e non puoi che fare degli infelici.
soggetto figli pentimento società giudizio sociale


Back To Top