skip to Main Content

Eleonora: "Non ho nessuna voglia, rimpianto, desiderio di figli"



Il giudizio familiare e sociale start 00:01:25end 00:03:29 Eleonora riflette sui giudizi sociali subìti dalla famiglia d'origine e dagli amici con figli: se la madre ha reagito alla mancanza di un nucleo familiare attorno a Eleonora, più che di nipoti, gli amici hanno manifestato disappunto solo in occasione di espressione di consigli non richiesti.trascrizione ELEONORA: "Allora, per mia madre è un cruccio. Però ho sempre pensato che non fosse riferito al fatto dei figli, ma al nucleo familiare. Nel senso che c'è ancora molto la mentalità che "un figlio" vuol dire "un marito, un compagno". Non ho mai percepito anche ne parlarne spessissimo da parte di mia madre fino a qualche anno fa, - perché adesso l'età per fortuna un po' mi aiuta a proteggermi da questo! -, però non l'ho mai sentita come una cosa collegata unicamente alla maternità ma al fatto di non avere un nucleo familiare che includeva dei figli in quanto era un nucleo familiare, però non era solo sui figli la questione. Cioè, penso che mia madre mai avrebbe pensato "Eleonora da sola con un figlio". Era: "perché sei sola?", non "perché non hai figli?", quindi altri tipi di pressioni mai. Io credo che sia solo una mamma che un po' si preoccupa di questo, per il resto, né amici, né…
È una cosa che si è evoluta negli anni, ora sono molto invidiata da alcuni miei amici… nel senso che le uniche volte che ho sentito un po' di giudizio è quando, senza averne esperienza diretta, ho provato a dare dei consigli, anche perché sono una persona che è molto all'interno delle famiglie delle persone che frequenta e degli amici, e quindi, a volte, mi sento nella posizione di poter consigliare o addirittura di intervenire anche in determinate occasioni nelle questioni dell'educazione dei figli dei miei amici. E quando - da fuori è più facile, lo capisco - rilevi dei comportamenti che magari non ti sembrano corretti, che sono troppo duri da un lato o troppo accondiscendenti dall'altro, provi a dare un consiglio tu, e un paio di volte mi è stato detto: "che ne sai tu? i figli non ce li hai". Però devo dire che non mi è mai stato detto né con cattiveria né con giudizio, in qualche modo. A volte è una scappatoia rispondere così, perché magari ti accorgi che hai una debolezza nell'essere genitore, e allora la risposta ti viene istintiva; non l'ho mai letta né con pregiudizio, né con cattiveria, assolutamente no."
soggetto madre famiglia d'origine giudizio sociale partner famiglia amici


Back To Top