skip to Main Content

Liviana Greoli: "Sono sempre stata madre... di mia madre"



Le amiche con e senza figli start 00:08:14end 00:12:10 Liviana Greoli racconta di avere molte amiche senza figli. Le descrive come persone più libere e focalizzate su loro stesse, condizione che si riflette anche sulle loro case. Racconta di amiche con figli che si lamentano delle fatiche della genitorialità, ad eccezione di una collega che incarna l'esempio della maternità realizzata.trascrizione LIVIANA GREOLI: "Io ho molte amiche senza figli, qualcuna per scelta e qualcuna invece no, però, fortunatamente, nessuna patisce più di tanto di questa che per altri può essere una privazione.
Però non è un argomento che ci mettiamo lì a fare tavole rotonde su perché non hai avuto figli, forse perché proprio è una scelta e quindi non la sentiamo come una privazione.
Ovviamente sono persone, non dico più realizzate, perché non è quello e non è neanche il termine giusto, però un figlio ti deconcentra, un figlio attira tutte le attenzioni e se non è così a volte è sbagliato e quindi, ovviamente, sono persone che hanno una vita più libera ma non più libera da orari e da cambi di pannolino, cose così pratiche, più libera proprio di testa e quindi questo si ritrova anche nelle loro case.
Ho un'amica che addirittura non ha casa pur avendone tante però di fatto non sente la necessità di un posto fisso.
No, io non so se perché vivo in un ambiente illuminato, io non credo, però io veramente questa mancanza non l'ho mai sentita.
Ma poi è ovvio che se tu non hai figli di conseguenza ti circondi di persone che non parlano sempre di pannolini, di famiglia, di bimbi, di scuole, di asili o di licei. Ma non è che ne parlano sempre in termini entusiastici, io devo dire che, proprio da pochi giorni, so di una collega che aspetta un bimbo e lei è proprio "la mamma", quando una dice mamma parla di questa mia collega praticamente. Ha una bimba di tre anni che è tutto il suo mondo, ha una vita anche faticosa perché lavora a Roma ma vive fuori Roma quindi fa avanti e indietro, gestisce questa bambina con il marito ovviamente e con l'aiuto della mamma; non è piccolissima perché ha quarantuno anni e ha cercato tanto il secondo bimbo e adesso è in stato interessante da... ce l'ha detto che aspettava il bimbo da tre settimane, quindi proprio non vedeva l'ora. Ecco a parte lei, che non ho mai mai mai sentito parlare di questa sua vita faticosa, con rammarico, appunto con fatica, a parte lei tutte le mie colleghe che hanno figli, non è che la vivono proprio come una passeggiata, cioè, sentono il peso... E non dico che questo mi convince ancora di più della mia scelta, perché ognuno non può sapere come sarebbe andata la vita diversamente, magari sarei stata una mamma felice in mezzo ai pannolini e ai problemi degli adolescenti, però diciamo che quello che mi circonda non mi fa pensare con troppo rammarico alla mia scelta.
Ma poi, come prima, io non mi sento un ramo secco quindi non ci ragiono neanche poi tanto su questa cosa."
soggetto amiche figli libertà casa


Back To Top